Business Around You

Gli effetti della pandemia sul tessuto imprenditoriale italiano

Secondo il rapporto Istat che ha coinvolto, nel corso del 2020, 90mila imprese italiane, quasi la metà dei partecipanti è strutturalmente a rischio.

La ricerca evidenzia poi che solo l’11% delle aziende è solido e che il 33% è convinto di non farcela a superare la crisi.

I sondaggi inoltre rivelano che l’area maggiormente colpita dalla pandemia è quella delle imprese con minor investimenti in tecnologia e capitale umano. 

Il lavoro evidenzia inoltre che la crisi ha interessato le imprese di piccola e piccolissima dimensione, ossia il nerbo del tessuto produttivo italiano.

È quindi doveroso che le imprese adottino strategie per superare il sentimento negativo che alberga sulla produzione italiana.

In altri termini, occorre adottare strategie vincenti per il successo partendo dalla gestione delle risorse umane e dalla tutela dei rischi aziendali.

Bay Consulting attraverso le proprie competenze giuridiche, di self management e gestione delle risorse umane è il partner ideale per aiutare le imprese nella ripartenza.