Business Around You

L’importanza della salute e il welfare sanitario integrativo privato

“La salute non è tutto, ma senza la salute il tutto è niente”

Questo periodo storico ci ha permesso di constatare quanto ciò sia vero.

A tutela della salute e a supporto ed integrazione del sistema sanitario pubblico, c’è il welfare sanitario privato, costituito dai piani sanitari integrativi offerti da assicurazioni, mutue e casse malattia. 

In cosa consiste un piano sanitario integrativo?

In breve, in un piano sanitario integrativo possiamo trovare diverse tipologie di garanzie, sia risarcitorie (che prevedono il rimborso di spese sanitarie sostenute a seguito di malattie e infortuni), che indennitarie (che prevedono il pagamento di indennità a fondo perduto a fronte di determinate conseguenze derivanti da malattie e infortuni), che di assistenza diretta (che prevedono l’erogazione di servizi di assistenza diretta in caso di malattia o infortunio e dopo un ricovero).

Ad esempio, le principali garanzie risarcitorie possono essere:

  • Rimborso delle spese sanitarie sostenute per ricovero senza intervento chirurgico e/o con intervento chirurgico o per parto, nonché per day hospital e day surgery
  • Rimborso delle spese sanitarie sostenute, fuori ricovero, per accertamenti diagnostici di routine e/o di alta specializzazione
  • Rimborso delle spese sanitarie sostenute per visite specialistiche
  • Rimborso delle spese sanitarie sostenute per altre prestazioni, quali la riabilitazione fisica, l’acquisto o il noleggio di ausili medici e protesici, il trasporto sanitario, l’acquisto di lenti correttive ed altre ancora

Queste tipologie di spese, a seconda del piano sanitario scelto,  possono essere rimborsate a posteriori o sostenute direttamente dall’erogatore del piano sanitario evitando all’assistito di doverne anticipare il pagamento.

Sempre tra le garanzie a rimborso possiamo trovare anche il rimborso dei ticket sanitari pagati per prestazioni erogate dal servizio sanitario nazionale.

Tra le garanzie indennitarie, possiamo trovare:

  • Indennizzo a seguito di invalidità permanente da infortunio
  • Indennizzo a seguito di invalidità permanente da malattia
  • Indennizzo in caso di stato di non autosufficienza a seguito di malattia o infortunio
  • Indennizzo a seguito di decesso
  • Forme di sostegno economico al verificarsi di situazioni di disagio conseguenti a infortunio o malattia

Tra le prestazioni dirette di assistenza possiamo trovare:

  • Il consulto medico a distanza
  • L’invio di un medico a domicilio
  • Servizi di telemedicina
  • Servizi di assistenza a domicilio

Nel panorama dei prodotti servizi/offerti dal mercato della sanità integrativa possiamo trovare anche piani sanitari molto specifici, studiati per situazioni univoche, quali ad esempio il Covid, un trauma importante, la condizione di care giver, l’ambito odontoiatrico, etc…

Chi può aderire ad un piano sanitario integrativo?

Praticamente chiunque!

I piani sanitari sono accessibili alle persone singole, a nuclei familiari ed a gruppi omogenei aziendali (amministratori e/o dipendenti) o gruppi appartenenti ad organizzazioni, associazioni, etc..

L’età massima per poter beneficiare delle prestazioni varia a seconda del piano sanitario scelto. Generalmente le mutue ammettono alle prestazioni anche gli associati di età avanzata o addirittura a vita intera.

L’adesione ad un piano sanitario prevede la valutazione preventiva dello stato di salute?

Esistono piani sanitari che prevedono una valutazione dello stato di salute al momento dell’adesione ed escludono dalle garanzie le patologie pregresse (generalmente i prodotti assicurativi).

Esistono però anche piani sanitari che non tengono conto dello stato di salute al momento dell’adesione ed includono nelle garanzie (da subito o progressivamente e gradualmente) anche le patologie pregresse (generalmente i prodotti mutualistici e quelli erogati da casse malattia).

Vantaggi fiscali:

Le polizze di assicurazione del ramo Malattia (sanitarie) non prevedono al momento vantaggi fiscali diretti. Salvo che vengano contratte da un’azienda e che il beneficio venga riservato all’azienda stessa (non agli assicurati). In tal caso, secondo alcune interpretazioni, la spesa sostenuta sarebbe deducibile per l’azienda contraente.

I contributi versati a mutue e casse di assistenza sono invece detraibili per le persone fisiche e deducibili per le persone giuridiche nei limiti di legge.

Altri aspetti tecnici e contrattuali:

Altri aspetti, non meno importanti, meritano un approfondimento che può essere offerto dagli operatori del mercato nell’ambito di un di un percorso di consulenza.

Cosa offre il mercato della sanità integrativa?

Per tutelare i nostri clienti, siano essi privati, aziende, Associazioni, Cooperative od organizzazioni, abbiamo attentamente selezionato oltre 100 piani sanitari integrativi, al fine di soddisfare le diverse esigenze ed offrire sempre una soluzione.

Il percorso di valutazione è scelta è semplice ma fondamentale e può iniziare dalla compilazione di uno dei nostri questionari:

I nostri consulenti specializzati sono a vostra disposizione ai seguenti recapiti:

Tel. 0350668303

e-mail welfare@bay-consulting.it

sito www.bay-consulting.it