Business Around You

Obbligatorio il reintegro del lavoratore licenziato per insussistenza del fatto contestato

Prima di ieri, in Italia, in caso di insussistenza del motivo oggettivo di licenziamento, il Giudice poteva riconoscere al dipendente diritto al reintegro o tutela risarcitoria.

Ieri la Corte Costituzionale ha affermato l’illegittimità di tale valutazione discrezionale, imponendo che avvenga sempre la reintegrazione.

Pertanto, da oggi, l’insussistenza dell’addebito su cui si fonda il licenziamento, dà sempre diritto al dipendente di essere reintegrato in azienda.

La pronuncia ha cancellato, con un colpo di spugna, le riforme Fornero e Jobs Act, riportando la situazione al 2011.

Tale episodio rende evidente, da un lato, l’incertezza del contesto normativo e, dall’altro, la difficoltà di operare corrette politiche di gestione delle risorse umane.

In tale contesto, è essenziale che la gestione del processo HR, sia affidata a consulenti con competenze giuridiche, relazionali e di risk managment.

Bay Consulting, in quanto in possesso di tutte le competenze descritte, assicura ai propri clienti l’assistenza necessaria alla definizione di strategie vincenti per il governo dei rischi legati alla gestione delle risorse umane.