Business Around You

Smart working e formazione dei lavoratori

Il lavoro agile è diventato ormai un fattore determinante nell’organizzazione delle risorse umane.

Secondo recenti ricerche, infatti, i lavoratori in smart working si attesteranno, nel prossimo futuro, in non meno di 5 milioni di unità.

La nuova modalità lavorativa, già regolata dalla legge 81/2017, impone novità anche nell’ambito della formazione e sicurezza dei lavoratori.

Se è vero, infatti, che il datore di lavoro non può introdurre vincoli di orario e luogo, vi sono regole precise dettate dalla legge per l’esecuzione della prestazione lavorativa.

È previsto, infatti, il divieto di utilizzo di dispositivi elettronici all’esterno e la raccomandazione di scegliere un ambiente indoor idoneo.

Il datore di lavoro è inoltre tenuto ad avvisare, con frequenza almeno annuale, il dipendente dei rischi legati alla particolare modalità di esecuzione della prestazione.

L’adozione corretta dello smart working, pertanto, impegna le aziende a concepire in maniera nuova e diversa le relazioni ed i rapporti con il personale dipendente.   

Bay consulting, fornisce alle imprese soluzioni integrate sotto il profilo legale, del risk management e delle risorse umane, quale strumento indispensabile per ridefinire forme e obiettivi di sviluppo coerenti con i trend del prossimo futuro.